Il pilota canadese firma, assieme a Paul Di Resta, una nuova doppietta per Mercedes, mentre il poleman Wittmann perde il comando al via. Auer in testacoda rovina la sua gara, Ekström in rimonta mantiene la leadership della classifica.

Nonostante le nuvole minacciose, il Nürburgring è rimasto asciutto durante la gara 2 odierna, permettendo più azione in pista rispetto a ieri. Il quattordicesimo round della stagione 2017 è cominciato con un cambio al vertice: dalla seconda piazza, Paul Di Resta ha avuto una partenza migliore del poleman Marco Wittmann, chiudendo per il campione in carica la traiettoria esterna all’ingresso della curva 1.

Il pilota BMW non si è tuttavia arreso, ed ha cominciato una battaglia che durerà, con diversi sfidanti, per una gara intera. Nei primi giri ha dovuto difendere la seconda piazza da Lucas Auer, il quale mirava al raddoppio dopo la vittoria di sabato.

L’assedio del pupillo Mercedes, tuttavia, andrà avanti solo fino al sesto giro: la sua C63 è finita in testacoda dopo un cordolo preso in maniera un po’ troppo aggressiva, facendogli perdere numerose posizioni.

Libero dalla minaccia di Auer, il campione in carica ha potuto avvicinarsi a Paul Di Resta, superandolo dopo un lungo duello al quindicesimo passaggio. Nel frattempo, due giri prima Robert Wickens serviva la sua sosta d’ordinanza.

Wittmann e Di Resta si sono fermati assieme dopo qualche minuto, e lo scozzese è stato penalizzato da un pit stop piuttosto lungo. Tuttavia, al loro ritorno in pista, Wickens sopraggiungeva con gomme in temperatura: il canadese ha facilmente guadagnato quella che sarebbe poi diventata la prima posizione.

Al passaggio numero 28, l’alfiere BMW ha tentato un nuovo assedio a Wickens: il pilota Mercedes è riuscito a difendere, con qualche contatto fra le due vetture. Da quel momento il campione in carica ha perso terreno, fino a cedere la piazza d’onore a Paul Di Resta mentre mancavano 5 minuti al termine.

Lo scozzese ha così replicato il secondo posto di ieri, tagliando il traguardo ad un soffio dal collega Wickens. Il ventottenne di Toronto ha così ottenuto la sua prima vittoria del 2017: l’ultima volta sul gradino del podio è stata a Mosca lo scorso anno.

Il poleman Wittmann si è classificato infine terzo, protetto da Bruno Spengler in quarta piazza. In realtà la distanza dal resto del gruppo era considerevole: Maro Engel, quinto al traguardo, aveva 8 secondi di distacco dal duo BMW.

Le posizioni sei e sette vanno a Mattias Ekström e Jamie Green, entrambi autori di una grande rimonta grazie ad un pit stop molto tardivo – lo svedese al ventottesimo giro, Green al trentesimo. Il duo Audi è rimasto lontano dal traffico e dal dramma per buona parte del suo lungo primo stint, puntando poi poi risalire le posizioni di testa nei minuti conclusivi.

Il primo a cedere è stato Gary Paffett, mentre i due colleghi si sono scambiati posizioni nel sorpasso su Augusto Farfus: Ekström ha avuto un leggero contatto col pilota BMW, lasciando spazio per Green. L’inglese riconsegnerà poi la posizione alla RS5 griffata Red Bull durante l’ultima tornata.

L’unico incidente della giornata riguarda Timo Glock e Nico Müller. Sempre al ventottesimo passaggio, l’ex F1 già dotato di nuove coperture si è trovato alle spalle dello svizzero, che doveva ancora servire la sua sosta. Ne é risultato un feroce duello, culminato con un forte tamponamento quando Glock ha mancato la frenata in ingresso della chicane.

La RS5 #51 ha avuto la peggio, con grossi danni al posteriore ed una foratura.  Müller è riuscito a tornare al proprio box per l’unico ritiro della giornata, scongiurando l’ingresso della safety car nonostante i tanti detriti in pista. Glock, invece, ha resistito con la sua M4 griffata Detusche Post sino all’ottava piazza al traguardo.

La zona punti si completa con il già citato Farfus e con Tom Blomqvist. In realtà, all’inizio del giro conclusivo Gary Paffett era nono, ma ha perso la posizione dopo l’attacco dei piloti BMW: il veterano Mercedes ha rimediato un testacoda.

Dopo il suo fuori pista, il recupero di Auer non ha dato i risultati sperati: ha concluso l’evento in tredicesima piazza. René Rast è solo una posizione più avanti, a causa della partenza dal fondo della griglia e di un intoppo al pit stop che gli ha fatto perdere secondi preziosi.

L’errore dell’austriaco di Mercedes ha aiutato Ekström in campionato: lo svedese è ancora leader di classifica, con 136 punti all’attivo. Auer e Rast sono lontani rispettivamente 9 e 12 lunghezze, entrambi privi di risultati oggi.

Nonostante la vittoria mancata, Marco Wittmann è ora quarto nella corsa al titolo iridato,  21 punti in meno da Ekström. Il campione in carica è tuttavia tallonato a breve distanza da Green e Rockenfeller.

Al termine della giornata odierna, Audi ha ottenuto il tanto desiderato alleggerimento delle sue vetture: le RS5 perdono 5kg di zavorra, fino a segnare 1127.5kg. Saranno alla pari con Mercedes, la quale otterrà 5kg aggiuntivi di zavorra. Le BMW, infine, rimarranno immutate a 1107.5kg, mantenendo lo status di vetture più leggere.

Il penultimo round del DTM 2017 avrà luogo al Red Bull Ring in Austria, dal 22 al 24 settembre.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 2


Stop&Go Communcation

Il pilota canadese firma, assieme a Paul Di Resta, una nuova doppietta per Mercedes, mentre il poleman Wittmann perde il […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/09/wickens-nurburgring-10092017.jpg DTM – Nürburgring, Gara 2: Prima vittoria stagionale per Robert Wickens

DTM