Il poleman centra la sua terza vittoria di stagione, dopo una gara tutt’altro che lineare e condizionata dalla pioggia. Paul Di Resta, Robert Wickens e Maro Engel completano il quartetto Mercedes al top.

Abbiamo lasciato il Südschleife quasi asciutto al termine delle qualifiche, ma la pioggia è tornata a farsi sentire poco prima della gara 1. La sua intensità ha richiesto la partenza con gomme da bagnato, oltre ad un secondo giro di installazione.

Il clima dell’Eifel ha condizionato l’intero evento, con le precipitazioni che tornavano in maniera intermittente ed hanno portato a numerosi azzardi, alcuni indovinati, altri catastrofici.

Il poleman Lucas Auer ha capito che il proprio compito non sarebbe stato semplice sin dal via, quando ha dovuto cedere il comando ad Augusto Farfus. Con una partenza da manuale, il brasiliano ha avuto la meglio su Marco Wittmann, la cui reazione è stata invece particolarmente lenta.

Il campione in carica è stato superato anche da Paul Di Resta e Robert Wickens, portandosi davanti a Timo Glock. René Rast non è riuscito a guadagnare posizioni, anzi un errore al terzo passaggio ha consegnato la settima piazza nelle mani di Mattias Ekström in rimonta.

Il tedesco di Audi appariva col fiato corto, superato da Maxime Martin e poi finendo fuori dalla zona punti ad opera di Maro Engel e Gary Paffett dieci giri dopo – non senza qualche contatto con il returnee Mercedes. In questi minuti, mentre la gara si avvicinava al giro di boa, si sono svolte le azioni decisive.

La pioggia aveva dato tregua, con l’asfalto del Nürburgring asciutto in diversi punti: questo ha portato diversi piloti ad effettuare la propria sosta e montare le coperture slick. Tale decisione si è rivelata disastrosa, specie per Augusto Farfus e Mattias Ekström che hanno effettuato il cambio gomme proprio mentre riprendevano le precipitazioni.

Entrambi effettueranno una seconda sosta più avanti nell’evento, poiché le condizioni sono rimaste inalterate. Tuttavia, se il brasiliano di BMW ha raggiunto la zona punti, lo stesso non vale per il leader del campionato Ekström: ha tagliato il traguardo con un giro di distacco dalla vetta.

Con Farfus fuori dai giochi, Auer ha servito la sua sosta al ventiquattresimo giro assieme a Wickens, mentre Paul Di Resta è restato in pista per altri tre passaggi. Lo scozzese è rientrato al comando, tuttavia alla penultima tornata ha fatto strada ad Auer per la sua terza vittoria di stagione.

Il terzo pilota Williams F1 ha così sigliato la piazza d’onore davanti a Robert Wickens, a cui spetta il gradino più basso del podio. Maro Engel è infine quarto, assicurando un quartetto Mercedes al top.

Dietro il poker di C63, René Rast si è classificato quinto, grazie ad una strategia azzeccata del team Rosberg in fatto di pneumatici. Lo stesso vale per il compagno di scuderia Green, addirittura in sesta piazza dopo esser partito quattordicesimo.

Anche Edoardo Mortara ha compiuto una netta rimonta, aiutato dal posticipo della sua sosta. L’italiano ha anche ingaggiato un breve duello col collega Auer, il quale montava coperture più fresche, per finire poi la gara settimo. Un testacoda poco prima del cambio gomme ha rovinato il suo risultato, dopo un contatto con Maxime Martin.

L’evento è stato abbastanza sotto tono per Marco Wittmann, in nona piazza dietro il già citato Farfus. L’ultimo punto spetta a Gary Paffett, il quale ha resistito in pista col le coperture slick.

Con il britannico, Mercedes ha portato tutte le sue vetture nella top ten, mentre BMW è rimasta molto al di sotto delle aspettative: Farfus e Wittmann sono gli unici ad aver collezionato punti.

Nonostante la quidicesima piazza di oggi, Mattias Ekström è ancora leader nella corsa al titolo iridato con 128 lunghezze. Tuttavia Lucas Auer lo tallona ad un solo punto di distanza, mentre altri tre separano l’austriaco da René Rast. A quota 110 punti, Mike Rockenfeller è ora quarto, tallonato da Jamie Green che arriva oggi a quota 107. La top six in classifica è ancora completata da Timo Glock, che con 104 lunghezze rimane la miglior speranza BMW.

La controversa distribuzione delle zavorre rimane inalterata al termine della gara odierna, svoltasi per la maggior parte in condizioni di pista bagnata. Audi rimane di gran lunga la più pesante con 1132.5kg all’attivo, mentre Mercedes segna 1127.5kg e BMW 1107.5kg.

Il DTM tornerà in pista domattina alle 9:10, con l’ultima sessione di prove libere in vista delle qualifiche domenicali.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 1


Stop&Go Communcation

Il poleman centra la sua terza vittoria di stagione, dopo una gara tutt’altro che lineare e condizionata dalla pioggia. Paul […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/09/auer-nurburgring2-09082017.jpg DTM – Nürburgring, Gara 1: Lucas Auer guida un poker Mercedes

DTM