Mercedes continua a dominare con cinque sue piloti al top, capitanati da Daniel Juncadella. Niente da fare per Audi, nonostante le buone premesse nelle prove libere.

Alla sua sessantaquattresima partecipazione in DTM, Daniel Juncadella ha ottenuto finalmente la sua prima pole position della categoria.

Con un tempo al giro di 47.705s segnato con il secondo set di pneumatici, il returnee catalano ha infranto anche il precedente record del tracciato, detenuto da Bruno Spengler.

L’iridato F3 precede un treno di C63, che si estende sino alla quinta piazza: la prima fila verrà completata da Gary Paffett, il quale è rimasto per lungo tempo in cima alla classifica provvisoria. Il veterano britannico, attuale leader nella corsa al titolo piloti, è distante 0.034s dal collega.

Lucas Auer e Paul Di Resta occupano invece la seconda fila. Lo scozzese ha beffato Edoardo Mortara per appena quattro millesimi: il vincitore della gara 1 dovrà limitarsi dunque ad aprire la terza fila.

La squadra della Stella è stata favorita da una breve red flag arrivata quasi al termine dei venti minuti regolamentari. A causarla è stata la vettura di Robin Frijns, ferma per qualche istante nella via di fuga del tornante 2, con un po’ di fumo che fuoriusciva dai freni anteriori della sua RS5.

La sessione è ripresa poco dopo con soli tre minuti disponibili, non sufficienti a compiere un numero soddisfacente di giri in volata: questo ha praticamente congelato l’ordine sulla griglia.

Proseguendo, in sesta piazza troviamo il già citato Spengler. Il canadese si aggiudica il titolo di miglior esponente BMW, a poco più di due decimi dalla vetta.

Marco Wittmann è stato uno dei pochi piloti favoriti dal cronometro nei minuti finali, risalendo dunque sino alla settima posizione. Il due volte campione condividerà la quarta fila con il rookie Joel Eriksson, mentre Timo Glock e Philipp Eng chiudono la top ten.

Per Audi, invece, è stata un’ulteriore sessione da dimenticare, segno che non bisogna mai fare affidamento sui risultati delle prove libere. Nico Müller è nuovamente il miglior portacolori di Ingolstadt, in undicesima piazza.

Il duo Rosberg composto da Jamie Green e René Rast occupa le posizioni dodici e tredici, anche loro autori di una timida risalita al termine della sessione.

L’unico neo nel dominio Mercedes è rappresentato da Pascal Wehrlein, evidentemente fuori forma in questo weekend: l’ex pilota Sauber sarà ultimo sulla griglia di partenza, ben distante dai colleghi.

L’orario di inizio per la gara 2 al Norisring, ottavo evento del DTM 2018, è previsto come consuetudine alle 13:30.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 2


Stop&Go Communcation

Mercedes continua a dominare con cinque sue piloti al top, capitanati da Daniel Juncadella. Niente da fare per Audi, nonostante […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/06/juncadella-norisring-24062018.jpg DTM – Norisring, Qualifiche 2: Prima pole per Daniel Juncadella

DTM