Tre giornate di prova sul tracciato a nord di Roma, le prime con le vetture in versione completa 2017. Audi sfoggia la sua prima livrea, mentre Mortara fa il pieno di km con Mercedes.

Dopo l’appuntamento con la consueta località di Portimão, questa settimana il DTM è stato ospite dell’Autodromo di Vallelunga, tracciato che ha già usato per lo stesso scopo nel lontano 2006. A dire il vero, da diversi anni la categoria è assente in Italia, l’ultimo suo appuntamento ad Adria nel 2010.

I tre costruttori hanno potuto accumulare molta strada sulla pista di Campagnano di Roma, dalla lunghezza di 4,085km: grazie anche al clima soleggiato che ha accompagnato le giornate da martedì a giovedì, nessun inconveniente ha ostacolato i programmi delle scuderie.

Questa sessione di test, la penultima prima dell’inizio del campionato, ha visto la prima apparizione in pista delle vetture completamente my2017, dopo l’omologazione avvenuta lo scorso 31 marzo. Audi è andata un po’ oltre, presentando la prima livrea della nuova RS5 DTM svelata pochi giorni fa al Salone di Ginevra. Si tratta della vettura di Nico Müller, griffata Playboy, che presenta una colorazione rossa e nera.

Proprio lo svizzero, ironia della sorte, non era di turno per il team dei Quattro Anelli. C’era il suo compagno di squadra Mattias Ekström, che è salito al volante nelle giornate di martedì e giovedì. Il mercoledì, invece, lo svedese ha lasciato il posto a Jamie Green.

“Non essendo stato a Vallelunga da molto tempo, ho dovuto prendere nuovamente familiarità con la pista”, ha spiegato il britannico. “Nonostante ciò, abbiamo coperto l’intero programma – è stata una giornata produttiva”.

La RS5 DTM ha percorso un totale di 2121km, cifra praticamente uguale ai 2116km di Mercedes. La squadra della Stella era rappresentata da Robert Wickens, Gary Paffett ed Edoardo Mortara: il canadese ha aperto le danze martedì, giornata del suo ventottesimo compleanno.

La giornata successiva ha visto impegnato Gary Paffett, mentre giovedì Mortara ha preso il comando della C63 DTM. “Abbiamo completato molti giri e provato molte situazioni”, ha commentato il principale runner-up del 2016, che per l’occasione ha segnato il giro più veloce fra i piloti Mercedes. “Dobbiamo ora analizzare i dati di Portimão e Vallelunga per essere ben preparati all’ultimo round di test ad Hockenheim.”

BMW, infine, ha reso noti meno dati rispetto ai suoi rivali. Anche il brand di Monaco ha portato con sé due soli piloti, nella fattispecie Tom Blomqvist e Maxime Martin.

Il tracciato del Baden-Württemberg, terreno di casa per il DTM, sarà teatro delle ultime giornate di prova dal 3 al 6 aprile, prima dell’inizio del campionato fissato per il primo weekend di maggio.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Tre giornate di prova sul tracciato a nord di Roma, le prime con le vetture in versione completa 2017. Audi […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2017/03/audi-dtm-test-vallelunga.jpg DTM, conclusi anche i test a Vallelunga

DTM