Lo spagnolo debutta sul gradino più alto del podio in DTM, nonostante una partenza lenta. Seguono a grande distanza Augusto Farfus e Lucas Auer.

Al via, le possibilità di vittoria per Daniel Juncadella sembravano improvvisamente compromesse. Il poleman ha pagato caro un breve pattinamento delle ruote posteriori: il reattivo Lucas Auer è balzato subito al comando, mentre già al termine della curva Paddock Hill anche Rast ha avuto la meglio sullo spagnolo.

Nel corso della prima tornata, il duo di testa si è addirittura allontanato da Juncadella, tuttavia l’iridato F3 ha riconquistato la piazza d’onore con la sosta di René Rast. Il campione in carica, con una tattica simile a quella che gli ha consegnato la vittoria a Zandvoort, ha servito il cambio gomme al termine del primo passaggio. Tuttavia, tale strategia non si è rivelata oggi altrettanto vincente, complice un pit stop non stellare da parte del team Rosberg.

Una manciata di piloti ha seguito l’esempio di Rast, compreso il collega Loïc Duval. Ma gli pneumatici ancora freddi hanno giocato un brutto scherzo al francese, in pieno bloccaggio all’uscita della curva 2. La sua RS5 è finita nella ghiaia, per fermarsi infine contro le barriere.

La rimozione della vettura è avvenuta con una slow zone nel primo settore – rientrata al quinto giro – scongiurando così l’ingresso della safety car.

Appena tornate le bandiere verdi, Augusto Farfus e Philipp Eng hanno scelto di fermarsi. Il duo BMW è rientrato in pista davanti a Rast: se l’alfiere Phoenix è riuscito a superare facilmente l’austriaco, aiutato dagli pneumatici ormai in temperatura, lo stesso non si può dire per il pilota brasiliano.

Farfus ha mantenuto un confortevole distacco su Rast, affermandosi momentaneamente come leader fra coloro che hanno già effettuato il pit stop. La situazione è cambiata all’ottavo passaggio, momento in cui è avvenuto il cambio gomme del poleman Juncadella: lo spagnolo è riemerso davanti al brasiliano, indisturbato per il resto della gara.

Un secondo stint davvero brillante ha permesso al returnee della Stella di costruire un grande distacco sul resto del gruppo: al traguardo, Juncadella avrà un margine di quasi otto secondi su Farfus.

Neanche Lucas Auer è riuscito a impensierire il duo al comando: Juncadella e Farfus hanno superato agevolmente l’austriaco, fermatosi due tornate dopo, sigillando così i primi due gradini del podio.

Per Daniel Juncadella, quella odierna è la sua prima vittoria in DTM, dopo un totale di 67 gare nella categoria. Anche Augusto Farfus è ben felice del risultato ottenuto: l’ex WTCC non saliva sul podio dal 2016.

Auer ha consolidato la sua posizione davanti a René Rast, riuscendo a contenere gli attacchi del tedesco mentre gli pneumatici raggiungevano la temperatura ideale. Nella seconda fase dell’evento, l’austriaco ha conservato quasi sempre un distacco superiore ad un secondo, lasciando Rast fuori dalla zona DRS. Anzi, nei giri finali il campione in carica è visibilmente arretrato, tagliando infine il traguardo con un gap di tre secondi dalla Mercedes #22.

In quinta piazza, Philipp Eng non ha impensierito molto l’alfiere del team Rosberg, essendo a sua volta impegnato a difendersi da Gary Paffett. Nonostante l’assedio avvenuto nei minuti conclusivi, il leader di classifica è rimasto dietro il rookie BMW, aggiudicandosi così la sesta posizione.

Dopo il britannico troviamo altre due C63, nella fattispecie quelle di Pascal Wehrlein ed Edoardo Mortara. Essi sono stati gli ultimi piloti ad effettuare il cambio gomme, strategia che ha permesso loro di collezionare punti preziosi.

Alle spalle dell’italiano, Marco Wittmann ha concluso una gara piuttosto silenziosa con il nono posto, mentre Mike Rockenfeller si aggiudica l’ultimo punto della giornata, grazie ad un coraggioso sorpasso su Timo Glock e Jamie Green.

L’ex F1 ha avuto una giornata da dimenticare, con evidenti problemi di sottosterzo, perdendo così la terza piazza nella corsa al titolo iridato. Gara deludente anche per Paul Di Resta, sedicesimo, anche se lo scozzese conserva ancora il ruolo di principale inseguitore.

Il DTM tornerà in pista domani alle 11:00, per l’ultima sessione di prove libere.

Giuseppe Poliseno

I risultati della Gara 1


Stop&Go Communcation

Lo spagnolo debutta sul gradino più alto del podio in DTM, nonostante una partenza lenta. Seguono a grande distanza Augusto […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2018/08/juncadella-brandshatch2-11082018.jpg DTM – Brands Hatch, Gara 1: Prima vittoria per Daniel Juncadella

DTM