I due marchi ritirano l’appello relativo alle esclusioni di Marco Wittmann e Daniel Juncadella dall’ultimo evento. I risultati ed i punti del weekend all’Hungaroring rimangono dunque confermati.

Nessun ricorso per Wittmann e Juncadella, i rispettivi team hanno deciso di non portare la questione alla corte del DMSB. I due piloti sono stati esclusi dai risultati della gara 2 sul tracciato di Budapest, a causa dello spessore non sufficiente dello skidpad. Tale decisione favorisce la sportività, data la breve distanza che ci separa ancora dal weekend finale ad Hockenheim.

“Abbiamo deciso nell’interesse dello sport di non proseguire con il ricorso alla squalifica di Marco Wittmann in Ungheria”, ha commentato il boss di BMW Motorsport, Jens Marquardt. “Rimaniamo dell’idea che l’eccessiva usura del sottoscocca sia avvenuta a causa degli incidenti avvenuti poco dopo la partenza. Come si può osservare dai tempi al giro di Marco, non ha portato vantaggi, bensì il contrario.”

Juncadella ha così perso il primo podio della sua carriera in DTM, mentre il pilota BMW, leader di classifica, ha 176 lunghezze all’attivo. Lo svantaggio di Edoardo Mortara ritorna ad essere pari a 14 punti: l’italiano ha terminato ai box l’evento di domenica scorsa, dopo i danni riportati durante la caotica partenza.

La sfida per il titolo iridato 2016, dunque, si chiuderà solo nelle ultime due gare, con Jamie Green che – almeno dal punto di vista matematico – non è più escluso da essa. Per osservare i prossimi sviluppo dovremo attendere il weekend 14-16 ottobre.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

I due marchi ritirano l’appello relativo alle esclusioni di Marco Wittmann e Daniel Juncadella dall’ultimo evento. I risultati ed i […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/09/wittmann-budapest-29092016.jpg BMW e Mercedes, niente appello per le squalifiche all’Hungaroring

DTM