La presentazione del regolamento comune Class One slitta e settembre 2017: questa la decisione emersa dal meeting tenutosi mercoledì a Tokyo, a cui erano presenti i rappresentanti delle due categorie e dei rispettivi costruttori.

Dopo il posticipo dei nuovi motori 2 litri turbo al 2019, sembrava quantomai scontata la ripercussione su Class One. Il regolamento comune che avvicinerebbe il Super GT giapponese e il DTM tedesco fino alla creazione di una categoria globale non sta trovando terreno fertile, nonostante l’impegno degli organizzatori.

Settembre 2017, dunque poco prima del termine della prossima stagione DTM, rappresenta la deadline per presentare al pubblico la prima stesura del regolamento Class One. Tale data è stata fissata durante il quinto meeting delle parti interessate, tenutosi mercoledì 11 maggio a Tokyo. Presieduto da Hans Werner Aufrecht (capo di ITR, l’ente che controlla il DTM) e dalla sua controparte giapponese Masaaki Bandoh, hanno partecipato al comitato i rappresentanti di Audi, BMW e Mercedes da un lato e Honda, Nissan e Toyota dall’altro.

Il blocco dello sviluppo in DTM è destinato a terminare con la stagione 2016, ma gli attuali V8 rimarranno in forze per altri due anni. Sembra assai improbabile, dunque, l’arrivo di gare congiunte con il SuperGT nel 2017, obiettivo proposto durante l’assemblea dello scorso novembre.

“Nel meeting odierno abbiamo compiuto un altro passo avanti circa i punti d’accordo sulle regole e abbiamo definito le prossime tappe”, ha commentato Aufrecht al termine dell’evento. “Inoltre, abbiamo imposto due obiettivi principali: riduzione dei costi ed espansione geografica delle campagne di marketing.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

La presentazione del regolamento comune Class One slitta e settembre 2017: questa la decisione emersa dal meeting tenutosi mercoledì a […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2016/05/dtm-supergt-13052016-1.jpg Ancora un rinvio per la partnership DTM – Super GT

DTM