Il team bavarese applica il motto “squadra che vince non si cambia”, nonostante un’inizio stagione difficile nel 2015. Riconfermati gli attuali otto piloti, ancora da confermare le suddivisioni fra le scuderie.

Nelle prime battute di quest’anno BMW è apparsa molto in affanno, tuttavia è riuscita a tornare in gran forma a partire dalla seconda metà del campionato. Le M4 sono apparse dominati in più di una gara, bloccando la maggior parte della top ten. Questo ha permesso a BMW di strappare il campionato costruttori ad Audi, in piena zona Cesarini.

Della ricetta fa parte sicuramente una rosa piloti azzeccata, in particolare si è rivelata vincente la scommessa su Tom Blomqvist. Il britannico, che ha appena concluso la sua stagione iniziale, si è aggiudicato il titolo di Rookie dell’Anno grazie alla sua prima vittoria ad Oschersleben.

Il costruttore bavarese ha conservato anche le ormai collaudate scuderie RMG, RBM, MTEK e Schnitzer. Non sappiamo, al momento, se i piloti verranno affidati ad esse secondo lo stesso ordine del 2015, o se ci saranno variazioni.

“Vicini alla nostra quinta stagione in DTM dopo il ritorno nella serie, stiamo scommettendo sulla continuità con la nostra squadra di piloti e scuderie”, spiega il direttore di BMW Motorsport Jens Marquardt. “Squadra che vince non si cambia è il nostro motto per il 2016, in cui speriamo di ottenere più vittorie e titoli.”

La decisione di BMW segue quella di Audi, che ha mantenuto ancora una volta gli stessi nomi alla guida delle sue RS5 DTM. Manca ancora l’annuncio di Mercedes, la quale deve decidere sul futuro di Pascal Wehrlein.

Giuseppe Poliseno


Stop&Go Communcation

Il team bavarese applica il motto “squadra che vince non si cambia”, nonostante un’inizio stagione difficile nel 2015. Riconfermati gli […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2015/12/bmw-dtm-05122015.jpg Anche per BMW line-up invariata nel 2016

DTM