A distanza di tre mesi dalla prima e unica uscita pubblica, avvenuta in una pista privata nei pressi di Francoforte, al Salone di Ginevra si è rivista la Hyundai i20 WRC, l’arma della casa coreana per il Mondiale Rally a partire dalla prossima stagione. La vettura è apparsa notevolmente migliorata rispetto al suo “debutto”, anche se rimangono diversi dettagli da limare per renderla competitiva.

Dallo scorso dicembre il team Hyundai si è arricchito della presenza di Michel Nandan, ex progettista di Peugeot, Suzuki e della FFSA (Federazione Francese), che è diventato responsabile del programma sportivo. Ad Alzenau, quartier generale del progetto WRC, è arrivato anche il francese Bertrand Vallat, progettista della 207 S2000 appena arrivato da Peugeot Sport.

In questi mesi i due hanno lavorato duramente sulla i20 WRC in preparazione all’esordio in gara, che avverrà nel 2014. “Siamo ancora all’inizio del nostro entusiasmante programma nel Mondiale Rally, lo sviluppo della vettura è in costante progressione e la squadra si sta formando”, ha spiegato Nandan. “Questa ultima versione della i20 WRC è migliorata, ha una aerodinamica studiata per avere un sistema di raffreddamento innovativo. Servirà ancora un nuovo alettone e un paraurti anteriore in vista della prima sessione di test”.

Bocche cucite sui prossimi appuntamenti della vettura che, a parte un video promozionale diffuso dalla casa madre, non ha ancora avuto un contatto diretto con superfici sterrate o asfaltate. Nandan non si sbilancia neppure sui piloti da ingaggiare, anche se ha le idee molto chiare sul livello della competizione: “Abbiamo già valutato diverse ipotesi, ma non tutti i piloti interessati sono in grado di sviluppare una nuova vettura. Hyundai rientra nel Mondiale per vincere, non siamo alla ricerca di grandi nomi per il marketing”.

Secondo Nandan l’esempio da seguire è quello della Volkswagen, che ha investito un budget consistente in una struttura giovane e di grande prospettiva: “Volkswagen è uno dei più forti concorrenti sul mercato mondiale. Da sempre partecipano alle competizioni per vincere, con il loro marchio o con gli affiliati, e sono sempre al top. Anche in questo caso hanno costruito una vettura molto competitiva, a hanno ingaggiato Sebastien Ogier, che rappresenta il loro pilota di punta”.

Luca Piana


Stop&Go Communcation

A distanza di tre mesi dalla prima e unica uscita pubblica, avvenuta in una pista privata nei pressi di Francoforte, […]

http://www.stopandgo.tv/wp-content/uploads/2013/03/wrc-050312-01.jpg Hyundai svela al Salone di Ginevra una i20 WRC aggiornata

WRC


OkNotizie